La mappa della sharing tra fiducia e condivisione

Condividere, che sia un posto letto o un passaggio in auto, significa risparmiare per chi usa il servizio e guadagnare – o arrotondare e coprire le spese – per chi lo mette a disposizione. Ma vuol dire soprattutto puntare sulle relazioni, grazie anche all’interfaccia tecnologica, che oggi consente livelli molto competitivi di servizio.

Eccone un elenco di siti riguardo pernottamento, trasporto, pasti e altro.

 

Per gli amanti della barca

Per gli amanti del mare e delle vacanze in barca a vela Sailsquare dà la possibilità di fare incontrare skipper e armatori con gli utenti. E sul sito si trovano tutte le recensioni. Su questa piattaforma online si può risparmiare fino al 30% rispetto all’offerta tradizionale, entrando in un equipaggio in via di formazione, o scegliendo di condividere soltanto con i propri amici l’intera imbarcazione.

 

Per gli amanti del trekking

Per chi invece ama camminare ma preferisce farlo in compagnia, oltre ai più noti percorsi del Cammino di Santiago e della via Francigena, il sito Social Trekking offre proposte di passeggiate ed escursioni all’estero e in Italia, senza dimenticare anche le camminate in città, come è già stato fatto ad esempio a Torino, Milano e Firenze.che riguardano pernottamento, trasporto, pasti e proposte di vacanza.

 

Per la gastronomia

Nel social eating, le case private diventano ristoranti. Per pochi o pochissimi ospiti. Il menù è online: e lì si incontrano disponibilità degli chef e domanda. In Italia la più utilizzata è Gnammo. Poi, incontriamo Peoplecooks che propone di guadagnare “cucinando da casa tua” e che permette di consumare un pasto (primo, secondo, frutta e aqua) a sei euro. C’è poi VizEat, più o meno con la stessa formula di Gnammo. Su Eatwith è possibile trovare cuochi esperti o non professionisti in oltre 150 città in tutto il mondo per un pasto condiviso o per i propri ospiti, a domicilio. IFoodshare propone “la condivisione di piccoli e grossi quantitativi di prodotti alimentari” e “possono aderire cittadini, grande distribuzione, piccoli esercenti, panificatori e aziende agricole”. Prodotti a rischio spreco, ma in vendita, sono anche su MyFoody.

 

Per il pernottamento

Ancor più variegate dei trasporti sono le opzioni che riguardano l’ospitalità. Gratuite o low cost, tra dog e house sitting o più semplicemente ripagando con un baratto i desiderata della struttura di accoglienza. Il couchsurfing è a costo zero: soggiorno gratuito presso abitazioni private. Dove? Può essere un couch (divano), un letto singolo (o in condivisione, può succedere) o un’intera stanza per sé. Rientra nella filosofia della gift economy (economia del dono), ovvero della fruizione gratuita di un servizio.

Con BarattoBB è possibile essere accolti gratuitamente presso bed and breakfast di tutta Italia in cambio di collaborazione, beni e servizi inclusi nella “lista dei desideri” della struttura. Dalla richiesta di olio, vino, elettrodomestici (anche usati) e giochi per bambini, fino ai set di foto professionali per rinnovare il sito del B&b. Lo stesso vale per Workaway, dove si va dal giardinaggio al babysitting con offerte e richieste da tutto il mondo.

 

Per l’ospitalità

Su MindMyHouse, Housitmatch, Nomador, Housecarers, e Trustedhousesitters chi lascia temporaneamente la propria casa incontra chi si candida come house sitter. Su HomeForHome e Scambiocasa ci si può scambiare la casa, mentre su Nightswapping, Trampolinn il sistema e gratuito ma a punti: si accolgono ospiti e si guadagnano notti da passare altrove.

 

Per i trasporti

E’ uno dei settori sui quali la offre più opzioni. Parliamo di quelle che è possibile utilizzare oltre il perimetro urbano, tralasciando quindi i servizi di car sharing destinati solo alle città. BeWelcome (simile a Bla Bla Car) offre un “passaggio” ad altri iscritti alla piattaforma, che conta “oltre 20 milioni di utenti verificati”, risparmiando così “il 75% sul costo di benzina e pedaggio“. Dall’altra parte, chi usufruisce dei mezzi altrui ha a disposizione la possibilità di passaggi in tutta Europa a prezzi scontatissimi. Andare da Milano a Roma, ad esempio, può costare 20 euro. E lo stesso servizio viene effettuato anche da Carpooling.

 

 

Share