Tag Archivio: idee

Coworking e piattaforme collaborative

Di Enrico Parisio, Founder Millepiani Coworking   Nella splendida cornice di Racale (LE), a fine settembre si è svolta la sesta “non conferenza” dei #coworking italiani. Un appuntamento annuale che costituisce ormai da anni un termometro sullo stato di salute degli spazi collaborativi di lavoro nel nostro Paese. Di acqua ne è passata sotto i ponti, e i dati puramente

Continua a leggere

Dai Big Data alla local economy

Pezzo preso dall’intervento di Davide Pellegrini ai Colloqui di Dobbiaco, settembre 2017 Big Data, digital economy e sharing economy Una questione davvero complessa. Di Big Data si parla ormai da molto tempo. Un flusso costante e consistente di dati sensibili e informazioni personali in grado di segnare costantemente il tracciato delle nostre identità e delle nostre esistenze. Un flusso che

Continua a leggere

Cercasi avanguardie

Nel 1998 usciva per Baldini & Castoldi il bellissimo libro di Mirella Bandini L’estetico e il politico, in cui la critica ricostruiva le radici ideologiche del Sessantotto europeo partendo dai protagonisti delle avanguardie artistiche della seconda metà del Novecento. In realtà, ed è un punto sul quale dovremmo riflettere, a partire dai primi del secolo non avremmo più avuto un

Continua a leggere

La complessità, l’innovazione, la cultura

Da tempo si è diffusa l’idea della necessità di competenze che tendano all’iper-specializzazione scientifica, a contrasto o in netta contrapposizione all’orientamento trasversale dell’eclettismo umanistico che, evidentemente, viene facilmente confuso con l’eccessivo entusiasmo nei confronti della creatività diffusa, secondo la quale basta abbozzare un’idea per gridare al miracolo.Il pasticciare con il talento, certo, è figlio dei tempi. La finestra sempre aperta delle reti

Continua a leggere

I luoghi dell’Innovazione. Ripartire dal territorio

Ho passato l’estate in montagna e ho scoperto delle aree magnifiche, nel cuore dell’Abruzzo, che non avrei potuto conoscere se non mi fossi gettato nell’esplorazione di questi “non-luoghi”. Li chiamo così per una serie di constatazioni. Spesso si tratta di posti remoti, persi nel nulla, fermi in un tempo che non può essere diverso da quello dell’esperienza che nutre la

Continua a leggere

Il valore condiviso e la local economy

In un recente articolo, dal titolo “La sfida del valore condiviso e le trappole della sharing economy”, Andrea Granelli pubblica un’interessante riflessione sul tema dell’economia collaborativa. È un’ottima occasione per aprire un dibattito che, in varie forme, oggi investe tutti gli operatori che lavorano nei percorsi di innovazione. L’articolo pone l’interrogativo se il comportamento dello sharing sia, in contrapposizione con

Continua a leggere

Il nuovo volto della felicità

di Davide Pellegrini A lezione di: Sostenibilità, collaborazione, felicità e nuova economia Un programma, quello con il Dipartimento di Economia dell’Università di Ferrara, che sposta il baricentro del dibattito sulla sharing economy dall’entusiasmo del neocapitalismo digitale alla sua memoria antropologica, legata al retaggio culturale della naturalezza e della necessità della condivisione. In quattro workshop, realizzanti con tre docenti dell’Unife e

Continua a leggere

Sharing e turismo: la mediazione tra nuova impresa e conservazione

Di Redazione Zeno Govoni porta al “Ferrara Sharing Festival” la voce degli operatori turistici tradizionali 20/22 maggio 2016 condividopienamente Per informazioni sul workshop   Non possono coesistere sullo stesso mercato imprenditori soggetti a leggi diverse. Bisogna normare la sharing economy e semplificare le regole per le attività tradizionali Sburocratizzare le attività turistiche tradizionali. È la via indicata da Zeno Govoni,

Continua a leggere

L’utilità della collaborazione

di Davide Pellegrini   Il momento attuale è molto complesso. La sharing economy, e tutto quello che questa definizione comprende può offrire un’interpretazione. Joseph Schumpeter è un stato un economista austriaco, noto per la sua teoria sullo sviluppo in cui descriveva l’alternarsi di fasi espansive a fasi recessive. In una parola, Schumpeter si faceva portavoce di quella cultura dell’equilibrio dinamico

Continua a leggere
1 2 3